Barbara Bonomi Romagnoli | Pink Bee Revolution
1002
home,paged,page-template,page-template-blog-standard,page-template-blog-standard-php,page,page-id-1002,paged-16,page-paged-16,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-1.6.1

La violenta normalità

Ogni anno la stessa storia, ricorre la giornata internazionale contro la violenza sulle donne e tutti pronti a dire: è una emergenza. Nossignori, è bene ripeterlo per l’ennesima volta, la violenza maschile sulle donne è la normalità, si annida nelle relazioni fra i sessi e non ha colore né passaporto. Non accade solo il 25 novembre, ma sempre.

Ricchi di idee, poveri di capitale – Intervista ad Andrea Olivero, portavoce del Forum del Terzo settore

Oltre cento organizzazioni, dalle Acli all’Arci fino ad Avis e Legambiente, 50mila sedi territoriali, decine di migliaia di donne e uomini impegnati negli ambiti del volontariato, dell’associazionismo, della cooperazione sociale, della solidarietà internazionale, della finanza etica, del commercio equo e solidale. Tutto ciò ha dato vita più di dieci anni fa al Forum del Terzo Settore, voluto per dare rappresentanza sociale e politica nei confronti di Governo ed Istituzioni, coordinare e sostenere le reti interassociative; rendere visibili anche all’esterno non solo i progetti ma anche i valori e le istanze delle realtà impegnate nel Terzo Settore.

Quattro domande a… Chiara Gamberale, scrittrice

Ha poco più di trent’anni e già ha scritto cinque romanzi [fra cui Una vita sottile da cui è stato tratto un film], è una nota speaker radiofonica [ha condotto su Radio 24 la trasmissione di culto “Trovati un bravo ragazzo”] e conduttrice televisiva. Eppure Chiara Gamberale appare proprio come la ragazza della porta accanto, look acqua e sapone e sorriso luminoso. Parla di sé con spontaneità e non ostenta certezze. 

I banditi di Acqui – intervista agli Yo Yo Mundi

 

Dopo aver deragliato dai soliti binari, realizzando fra i vari progetti anche spettacoli teatrali e album strumentali, gli Yo Yo Mundi – amanti dei margini e rigorosamente fuori norma – son tornati con un disco soprattutto di canzoni e di colori, in particolare il rosso. Quel rosso che sembra essere un po’ démodé, o semplicemente si è stinto al punto da non essere più riconoscibile. Eppure tanti piccoli segnali dicono il contrario e ogni canzone di «Album Rosso» [manifestocd] suggerisce un modo per riportarlo in auge, senza retorica ma con la passione che caratterizza i cinque musicisti di Acqui Terme, da vent’anni in giro per il mondo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi